Vapitaly 2021, poche adesioni e troppe restrizioni: annullato l’evento di Roma

A pochi giorni dal via ufficiale, il Vapitaly 2021 è stato annullato. A darne notizia è lo stesso sito ufficiale della manifestazione. Di seguito il comunicato comparso su vapitaly.com.

Malgrado le misure precauzionali messe in atto da AEFI (Associazione Esposizioni Fiere Italiane), dal quartiere fieristico Fiera Roma e dall’Organizzatore, Vapitaly, i timori legati alla pandemia Covid si sono manifestati in maniera più evidente nel settore del vaping. Per questa ragione, l’Organizzatore comunica di non ritenere opportuno confermare la data di Vapitaly 2021.

“Allo scadere del termine per le iscrizioni degli espositori, abbiamo purtroppo dovuto constatare che, delle circa 80 aziende che avevano manifestato l’interesse di partecipare alla fiera, soltanto 20 aziende hanno effettivamente confermato la loro adesione. Visto il numero di presenze esiguo, ci siamo resi conto che non avremmo potuto offrire agli espositori partecipanti e ai visitatori la fiera di livello a cui sono soliti prendere parte”, spiega Mosè Giacomello, Presidente di Vapitaly “e con grande dispiacere abbiamo dovuto prendere questa difficile decisione”. 

Per questo motivo viene rimandato un momento di incontro che avrebbe segnato, anche simbolicamente, la ripresa del settore dopo due anni di grande difficoltà, e che avrebbe permesso ad aziende e professionisti di incontrarsi di persona e confrontarsi su tutte le novità legislative e di mercato emerse in questi due anni. Un evento, inoltre, atteso con entusiasmo anche da molti consumatori ed operatori, come dimostrato dalle richieste di registrazione per l’emissione del biglietto di ingresso, in costante crescita dalla messa online del Portale Registrazioni Vapitaly la scorsa settimana. 

“Non nascondo la mia amarezza, e quella di tutto il Team Vapitaly, nel dover fare questa scelta”, prosegue Mosè Giacomello, “in particolare dopo il grande sforzo organizzativo di questi mesi per cercare di offrire un evento in una condizione di ormai “nuova normalità”: avevamo, infatti, anche previsto la possibilità di testare i prodotti in sicurezza in un’area esterna al padiglione espositivo”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *